mercoledì 30 luglio 2014

Mini sbrisolone con macedonia di stagione





E' bello partire, andare....scoprire, trovare...ma ancor di più è bello ritornare.

Sono partita per questi pochi giorni di vacanza assolutamente esausta dopo un periodo difficile e pesante, reduce dalla batosta alla schiena (che in realtà non ho ancora completamente superato e che non so se riuscirò mai a fare del tutto!) dove mi sentivo anche molto stanca fisicamente e psicologicamente. 
Non vedevo l'ora di staccare e così grazie al cielo, nonostante il tempo ballerino, è stato.
Pochi giorni ma vissuti intensamente e serenamente, libera e felice di poter fare solo quello che mi andava, in completa tranquillità, totale relax e serenità.
Pochi giorni di stacco che mi sono serviti davvero a ritemprarmi un bel po', e a darmi una nuova carica, che ora una volta a casa, mi sta facendo tornare la voglia di fare tante cose.

Certo, c'è tutto da sistemare, lavare, stirare....nessuno lo fa per me e comunque non amo lasciare in giro le cose vista la mia mania di ordine e perfezionismo (quaqlcuno molto terra a terra direbbe che sono un pò una rompi....), quindi mi ci butto a capofitto in modo da rimettere tutto a posto nel minor tempo possibile (ci provo, ma non ce la faccio a prenderla diversamente...è più forte di me).
Una volta finito tutto questo, la mia energia ritrovata inizia a farmi prudere le mani...devo assolutamente mettermi a fare qualcosa! Quindi perchè non coccolare un pò i miei cari...?!

Perfetto, allora mi metto subito a pasticciare qualcosa...non potete credere quanto questo mi renda contenta e serena!






Stampo per biscotti Linea pasticceria Le Creuset




Ho deciso di preparare queste piccole sbrisolone da accostare ad una bella macedonia di frutta fresca di stagione...un piccolo peccato di gola che però non mi ha lasciato dei grandi sensi di colpa e son sicura, non ne lasceranno anche a voi.

Le dimensioni di queste piccole tortine, della misura di un biscotto croccante e goloso, servite insieme alla frutta fresca ed a una bella tisana fiorita davvero profumata e buonissima, sono state una perfetta merenda rasserenante e coccolosa.

Massì...vogliamoci bene!







Ingredienti:
70 g semola rimacinata di grano duro
70 g farina 00
50 g burro più un po'per imburrare lo stampo
50 g zucchero più un po'per condire la frutta
50 g farina di mandorle
un tuorlo d'uovo
un pizzico di sale
mezzo limone
essenza di vaniglia bourbon
frutta mista per fare la macedonia

Preparazione:
Amalgamare la farina di mandorle col burro morbido e il tuorlo dell'uovo, poi aggiungere lo zucchero, la farina, la semola, qualche goccia di essenza di vaniglia e il pizzico di sale, lavorando tutto assieme sino ad ottenere un panetto tipo frolla.
Avvolgere l'impasto nella pellicola, e mettere in frigo per circa un'oretta.
Una volta trascorso questo tempo, togliere la pasta dal frigo, sbriciolarla con le mani in modo da ottenere grosse briciole irregolari, e distribuirle nell'incavo di uno stampo da dodici biscotti precedentemente imburrato leggermente, schiacciando un pochino.
Infornare a 180° con funzione ventilata per circa dieci minuti (devono dorarsi appena).
Spegnere il forno e lasciar raffreddare.

Con la frutta di stagione preparare una bella macedonia, condita con zucchero e limone ( a piacere potrete anche unire una goccia di liquore maraschino)e servire le piccole sbrisolone insieme a delle coppette o tazze da tè con la frutta ed una bella bibita fresca....

...che ne dite di questa ottima tisana "Giardino Fiorito" di Terza Luna?











Servita freschissima, io l'ho trovata sorprendentemente deliziosa. 
Mi ha catturata con il suo meraviglioso ed inebriante profumo e col suo gusto delicato...se vi va di saperne di più, leggete pure qua sotto:



Gustando questa tisana alla rosa, con lamponi, fiordalisi  e tantissimi altri aromi, sembrerà di passeggiare scalzi su di un prato fiorito, in silenzio, in perfetta sintonia con la natura, conquistati dalla sua incantevole bellezza. 
Lampone e rosa, ma non solo: more, calendula e delicata camomilla romana per una tisana digestiva dal gusto sublime, apprezzata moltissimo dal pubblico femminile.

Ingredienti: boccioli di rosa, lamponi, aromi, fragole, more,  mela, pera, fiordaliso, calendula, petali di rosa, camomilla

Proprietà della tisana:
Questa tisana viene spesso utilizzata per alleviare fastidi legati alla sfera intima femminile come bruciori vaginali e pruriti, anche attraverso veri e propri impacchi.  Tra le proprietà della rosa si ricorda quella disenfettante e la proprietà antinfiammatoria, anche dell’apparato respiratorio. Significativo anche il potere anti-age di questa tisana alla rosa. Una tisana con foglie di lampone e petali di rosa al giorno aiuta le adolescenti migliorare la propria pelle e le donne più adulte a mantenerla luminosa ed elastica in maniera naturale. Un vera e propria tisana depurativa per la pelle.
Tisana rosa di primavera: un brindisi in tazzina, per la salute del corpo femminile.
Ottima se preparata fredda!

Come fare: mettere in infusione, la sera prima di andare a dormire, in una caraffa con chiusura ermetica, circa 8 grammi di tè in un litro- un litro e mezzo d'acqua naturale a temperatura ambiente. Chiudere il coperchio, mettere in frigo e lasciare lì l'intera notte...al mattino filtrare ed ecco pronta la vostra tisana freschissima e dissetante!







Buona giornata a tutti voi!
Un abbraccio


lunedì 28 luglio 2014

Crostata salata tricolore, facile, veloce e perfetta per il rientro!




Eccomi qua, appena rientrata dalla mia mini-vacanzina...
Voi come state? Tutto bene?
Questi pochi giorni trascorsi nella bella Liguria, sono serviti davvero a ritemprarmi e a staccare un pò, ammetto che ci voleva, sia io che mio marito ne avevamo davvero bisogno.
Oggi poi nel pomeriggio arriverà anche mia figlia dalla Spagna dopo due settimane di vacanza studio, così la famiglia si ritroverà, finalmente al completo...

Delle giornate trascorse nel Golfo del Tigullio vi racconterò più avanti in un post specifico che voglio preparare con calma....vi anticipo solo che oltre a riposarmi, ho avuto modo di visitare posti bellissimi, fare belle passeggiate, mangiare bene, insomma l'esperienza è stata davvero molto positiva, tanto che ci siamo riproposti di ripeterla (se sarà possibile, ovviamente) magari la prossima primavera, questa volta visitando e scoprendo le Cinque Terre, che ci mancano all'appello!

Una volta tornati a casa, anche se i giorni sono stati pochi, c'è sempre un po' da correre per lo svuotamento valigie, spesa, sistemazione delle cose portate via nel viaggio, insomma il tempo vola via anche in queste faccende affacendati; senza accorgersene arriva l'ora di cena con la voglia e l'esigenza di mettere in tavola qualcosa di leggero, veloce e semplice da fare, ma goloso e appetitoso.

Perfetta è stata questa crostata salata realizzata con una miscela pronta della San Martino della nuovissima linea in Forno Subito...trovo che sia bello avere in casa qualcuna di queste scatole con queste miscele davvero perfette per ogni evenienza, magari quando il tempo stringe o quando arriva un ospite improvviso...








Io per realizzare la mia crostata salata, ho utilizzato la miscela integrale (con cereali e fibre) per pizza, focacce e tigelle, nella scatola verde.


Ho impastato seguendo i consigli e i dosaggi riportati sulla confezione, aggiungendo semplicemente solo acqua ed un goccio d'olio d'oliva...
Una volta ottenuto un bel panetto di impasto, senza lasciarlo lievitare a lungo, l'ho steso in una tortiera rettangolare, ho aggiunto della mozzarella di bufala a pezzettini, fette di pomodoro cuor di bue fresco, un pizzico di sale e un filo d'olio ma soprattutto una bella spolverata di foglioline di origano fresco, colto dal mio piccolo angolo di erbette profumatissimo che ho ...sul balcone!!








Ho infornato e cotto per circa 30 minuti,e, una volta pronto, ho servito subito in tavola, accompagnando con una bella birretta fresca fresca e una macedonia di frutta.
Davvero una crostata saporita e gustosa, nella sua semplicità!

La particolarità dell'impasto, morbido ma croccantino nel contempo per la presenza dei cereali, mi ha davvero soddisfatta...credo che nella mia dispensa da ora in poi difficilmente mancheranno queste miscele, davvero versatili per ogni occasione e pronte all'uso davvero in velocità.

Ringrazio l'azienda San Martino per avermele fatte provare!!









Ora scappo augurandovi buon inizio settimana...devo correre ad accogliere mia figlia, a prestissimo con una nuova ricetta tutta per voi!

lunedì 21 luglio 2014

La mia estate ideale....







La mia estate ideale è sicuramente al mare...
...godere di questa meraviglia in completa tranquillità. 
Non pensando a niente se non solo solo a rilassarmi.
A fare bagni di mare e di sole ( di questi senza esagerare...ho la pelle molto delicata!)
Fare lunghe camminate sulla riva di giorno e al tramonto.....









Leggere a più non posso sollazzata sul lettino, possibilmente romanzi d'amore, storie divertenti  e appassionanti come questa  divertentissima, appena terminata...










Esiste un metodo infallibile perché una coppia possa restare unita nel tempo? 
A quanto pare sì, secondo questa divertente e sofisticata commedia sulla natura dell'amore e del matrimonio. La giovane Chantal possiede un fascino irresistibile, per quel misto di anticonvenzionale sangue francese che le deriva dalla madre e di conformista sangue americano proveniente dal ramo paterno. La sua bellezza fa girare la testa ai migliori rampolli di Boston, senza che lei riesca a decidersi su quale scegliere. 
Quando però si trasferisce a New York con la famiglia e conosce il giovane fotografo Eugene Wright, capisce che è lui quello giusto. Eugene è il classico scapolo impenitente, circondato da belle ragazze con le quali intrattiene simpatiche "amicizie" a cui non intende rinunciare. Ciononostante si ritroverà felicemente sposato prima di quanto creda. Per un po' la loro vita procede idilliaca, finché non arrivano i primi litigi. Sconsolata, Chantal si confida con la madre che le rivela il metodo con cui ha potuto realizzare un matrimonio perfetto. Incredula, la ragazza prova ad applicare la prima regola, scoprendo che funziona a meraviglia! È l'inizio di una seconda luna di miele per la giovane coppia, fino a quando il segreto non viene a galla... 

Pubblicato negli usa nel 1961 e da allora continuamente ristampato, "Un matrimonio perfetto" ebbe un grandissimo successo per la capacità di guardare con intelligenza ai rapporti tra uomini e donne.

Dal sito di Amazon.it










Dedicare maggiore cura al mio corpo con prodotti assolutamente naturali, nutrienti e profumati, come questi di Aquolina. Io li uso da anni, anche se ultimamente sono nate nuovissime linee e fragranze sempre più intense e golose!

Non amo molto fare il bagno, preferisco la doccia che è più veloce, stimolante ed immediata, per questo amo un docciaschiuma che oltre a detergere la mia pelle delicata, la renda anche morbida, idratata e perchè no?! Profumatissima! 
Credetemi: una coccola perfetta, dolce e speciale, che per me risulta anche essere terapeutica per finire con un  massaggio con il latte profumato, io ho scelto la profumazione al latte di riso e fiori di ciliegio, delicatissima e leggera..ti mette in pace col mondo!
Tantissime sono le profumazioni che potrete scegliere...io amo quelle floreali delicate, appena fruttate, ma ci sono anche queste frizzantissime della linea Fashion oppure quelle golosissime della linea Ciokkolate...insomma c'è da sbizzarrirsi.

Io ho preferito la nuovissima linea Nutry, avendo, come dicevo la pelle delicata; è una linea davvero innovativa perchè la sua qualità è garantita da test dermatologici, è semplice e facile da usare in ogni momento della giornata, le sue formule sono preziose e multiuso (ideale per corpo, mani e viso) ed ha una sinergia unica fra principi attivi 100% naturali e le fragranze corrispondenti, che rafforzano la sensazione di benessere ed efficacia degli estratti.


Ora vi saluto, vi lascio per qualche giorno...mi prendo una piccolissima pausa.
Spero di riuscire a mettere in pratica quello che ho scritto in questo post...ne ho bisogno...
Un abbraccio e a prestissimo





venerdì 18 luglio 2014

Semifreddo bicolore alla panna e lamponi




Piatto e cucchiaino la Porcellana Bianca





Lo ammetto, nella preparazione dei dolci sono davvero molto "classica" e tradizionalista.
Le mie torte sono perlopiù da credenza, soffici e di poche pretese. Qualche crostata, biscotti ogni tanto (soprattutto d'inverno) muffins e cake a gogo', perchè sono anche comodi e pratici per le merendine scolastiche e per la colazione della mia famiglia.
Ho alcune ricette di budino collaudate da anni, però sui dolci al cucchiaio, effettivamente pecco un bel pò.
So che ai miei piacciono e non poco, ma io sono un pò impedita, ho poca fantasia e soprattutto ho sempre un pò paura di ottenere qualche scarso risultato...
Come semifreddi, il repertorio è praticamente scarsissimo; due sono le ricette che ho provato a fare con discreto successo e che ho riproposto varie volte e in diverse occasioni.
Uno è questo qui, all'amaretto (mamma mia che foto...ero proprio agli albori del blogghino, eheheheh!)  e quest'altro alla ciliegia e mandorle, super-goloso!
L'altro giorno pensavo: e se preparassi qualcosina da tenere pronto in freezer per ogni evenienza? Dei piccoli semifreddi monoporzione da mangiare qualora ci venisse un certo languorino...oppure con l'arrivo improvviso di qualche amico o nipote?!
Si, ok, ma cosa fare, mumble, mumble?!
Cose troppo difficili non le so fare...
Proviamo...

Complici dei lamponi freschissimi (non è facile trovarne di perfetti....spesso le vaschette acquistate ne contengono di mollicci e appassiti!)e una confettura assolutamente squisita, ecco cosa ne è venuto fuori...vi assicuro, una delizia!
Facilissimissimissimo, anche delle pasticcione come me potranno realizzarlo, con estrema semplicità. Basta solo avere in casa dell'ottima panna da montare golosa, fresca e di ottima qualità...dei lamponi ed altri pochissimi ingredienti: voilà!
Che ne dite?!

Vi va di provare con me?!







Ingredienti:
con queste dosi vengono 6 semifreddi monoporzione
250 ml panna freschissima da montare
2 cucchiai e mezzo di zucchero a velo
mezzo cestino di lamponi freschi
qualche cucchiaio di mandorle a scaglie
4 cucchiai di confettura ai Lamponi Natura e tradizione Vis
6 pirottini in alluminio da freezer

Preparazione:
Lavare ed asciugare i lamponi. Prenderne una decina e schiacciarli con una forchetta dentro a un piattino.
Montare la panna freddissima insieme allo zucchero a velo con le fruste alla massima velocità dentro ad una ciotola ben fredda. 
Una volta montata, metterne metà in un'altro contenitore altrettanto freddo ed aggiungervi la confettura di lamponi, amalgamando bene con una spatola in silicone, facendo attenzione a non smontare assolutamente il composto.
Prendere i pirottini in alluminio e disporre sul fondo di ognuno due o tre lamponi interi, un pizzico di mandorle in scaglie e versare la panna montata senza confettura, livellandola ben bene, in tutti e sei.
Distribuirvi sopra la purea di lamponi schiacciati, lasciandola un pò nel mezzo.
A questo punto versare come strato finale la panna addizionata della confettura, livellando sempre ben bene con la spatola.
Coprire i pirottini in alluminio con i coperchietti di plastica in dotazione (i miei della Cuki li avevano) oppure con della carta stagnola o di pellicola alimentare e porre in freezer per almeno sei ore. Io generalmente li preparo la sera e poi li lascio tutta notte...possono però essere conservati anche un paio di settimane e tirati fuori al bisogno.
Prima di servirli è opportuno sformarli e lasciarli a temperatura ambiente per cinque -sette minuti.
Io li ho decorati con altri lamponi e con una fogliolina di menta fresca!









Trovo che questi semifreddi siano perfetti serviti con un buon flute di frizzante e freschissimo Rotari Alpe Regis Rosè.
Uno spumante prodotto dalle migliori selezioni di uve Pinot Nero e Chardonnay provenienti esclusivamente da vigneti della valle dell'Adige a nord di Trento. Dal meraviglioso colore rosa, limpido e brillante, profumato di bacche rosse quali lampone e ciliegia e con leggere note di biscotto e lievito, ha un perlage fine, intenso e persistente.
Uno spumante davvero favoloso che vi consiglio assolutamente di provare... ottimo coi primi piatti a base di pesce ma anche con secondi cotti in umido...io ho preferito stare sul dolce, come sapete sono un po' fifona nelle sperimentazioni, eheheh! 
Qua la pagina Facebook ...un mi piace è d'obbligo!








Ed eccoci giunti a venerdì, mamma mia come vola il tempo un'altra settimana è andata!
Sicuramente qualcuno sta partendo per le meritate vacanze...anche io sto meditando di fare qualche giorno di mare, vedremo...
Nel frattempo auguro a tutti un buon fine settimana, buone vacanze a chi va e buon rientro a chi torna.
Noi ci rivediamo qua, alla prossima!

mercoledì 16 luglio 2014

Pasta al pesto di salvia e pomodorini freschi



Piatti e posate sulla mia tavola Wald Domus Vivendi




Da parecchio tempo mi ero riproposta di postare questo pesto, che credetemi qua a casa mia ha riscosso un successo inaspettato.
Ecco che finalmente ce l'ho fatta...
L'avevo adocchiato da un pò, (dall'anno scorso credo), già altre blogger l'avevano postato ed io curiosa, avevo deciso di provarlo; poi per una serie di vicissitudini della mia povera salvia, avevo deciso di desistere.

Quest'anno però, vuoi per il tempo così piovoso e fresco, vuoi per una drastica tagliata del giardiniere a suo tempo, vuoi per fortuna o che ne so....la mia salvia è meravigliosamente sbocciata in tutto il suo splendore!
Foglie grandi, morbide, profumatissime, irresistibili...perfette per provare a realizzare questo pesto, così tanto desiderato.
E allora, zac, zac zac....

La ricetta che ho voluto provare l'avevo ritagliata da un vecchio numero di Donna Moderna (ho una scatola in casa piena di tantissimi ritagli presi da ogni dove, che aspettano solo di essere provati e realizzati....mamma mia avrò ricette da fare per almeno un lustro!) e mi è piaciuta un sacco!
Ho dovuto aspettare 46 anni per decretare il mio pesto del cuore?!
Ebbene si, l'ho trovato, signore e signori: udite udite, è proprio questo!!!!







Dicevo quindi che questo pesto l'ho trovato molto delicato, forse di più di quello tradizionale ligure fatto col basilico; l'uso poi delle mandorle lo ha reso un pò più dolce, anche se l'ingrediente che lo ha reso più particolare e digeribile è stato senza dubbio il limone. 
Insomma, una vera sorpresa, e positivissima!

Come al solito a mio marito è piaciuto meno, ma questa è un'altra storia...








Ingredienti per preparare il pesto:
10 belle foglie di salvia grandi
40 g parmigiano grattugiato (o 20 g parmigiano grattugiato e 20 g di pecorino romano)
1 limone bio
15 g mandorle pelate
olio extravergine d'oliva 
sale

Poi per condire la pasta, pomodorini ciliegino o datterino a piacere e 240 g pasta al Germe di Grano del Pastificio Morelli (queste le dosi per 3 persone)

Preparazione:
Lavare bene le foglie di salvia ed asciugarle con un panno da cucina.
Metterle in un mixer o in un blender (io ho usato il mitico frullatore Russell Hobbs della linea Illumina) insieme alle mandorle, il parmigiano, il succo di mezzo limone, un pizzico di sale e 5 cucchiai di olio).
La ricetta originale prevedeva di unire anche la scorza grattugiata di circa mezzo limone, ma mio marito non ama che l'agrume si senta troppo, quindi io l'ho omessa.
Cuocere nel frattempo la pasta per il tempo necessario riportato sulla confezione, scolarla e tenere qualche cucchiaio di acqua di cottura; condire col pesto, aggiungendo anche l'acqua tenuta, ed unire qualche pomodorino spezzettato in modo da dare un tocco di colore e ulteriore sapore al piatto.
provatelo, sono certissima che vi piacerà!!!








Ieri mia figlia è partita per Cadiz, in vacanza studio.
Lo scorso anno è stata in Inghilterra, quest'anno invece in Spagna; speriamo vada tutto bene, come al solito sarà per lei un'esperienza bellissima, importante e indimenticabile...mi manca già.
Ne approfitterò per fare un pò di cose...spero così di riuscire a distrarmi e a non pensare! E' grande lo so, ma...i primi giorni sono sempre così difficili..

Buona giornata a tutti, un abbraccio e a presto!

lunedì 14 luglio 2014

In cucina con il tè: Luglio, Cocktails d'Estate





Buon Lunedì amici e amiche!
Questo è il cielo che si presentava qualche sera fa, al calar del sole, dalla mia finestra...un incanto fra colori, nuvole chiare e scure...arriverà finalmente l'estate vera? La stiamo aspettando tutti...
Certo, la stiamo aspettando per godere finalmente un pò di sano relax al mare, in montagna, in campagna....magari anche in città.... approfittando del bel tempo e della tranquillità, anche per organizzare cene in terrazza, fra amici, aperitivi in compagnia e quant'altro.

Le proposte che questo mese io e Gabriella dello Chà Tea Atelier vi vogliamo presentare, nell'ambito del consueto appuntamento: "In cucina con il tè", sono infatti dei freschi e profumati cocktails, a base di tè of course, ma anche con frutta fresca, agrumi, erbe profumate e perchè no, anche un goccio d'alcool...

Passo come sempre la parola a Gabriella per maggiori informazioni; tre sono i cocktails che vi vogliamo presentare e proporre: uno analcolico e due leggermente alcolici, tutti comunque a base di frutta e di profumatissimo tè...spero vi piacciano come sono piaciuti a noi!










Per il primo cocktail, il "Cocktail macedonia al whisky", il tè utilizzato è il Rooibos Garden Route.
Il rooibos, che si presenta rosso in tazza e di gusto dolce, è utilizzato per le note proprietà antiossidanti. Prodotto dalla lavorazione dell'Asphalatus Linearis, arbusto diffuso in Sudafrica, è privo di caffeina, quindi si può bere anche dopocena e può essere servito ai bambini.
La profumatissima miscela tropicale "Garden Route", oltre che il Rooibos, contiene Honeybush verde, mango, papaya, fiori di calendula, di fiordaliso e petali di rosa.

Per la preparazione si consiglia:
6 grammi ogni 300 ml d'acqua
acqua a 95°
4-5 minuti di infusione

Per la preparazione a freddo si consiglia:
2 cucchiai ogni litro di acqua
infusione a freddo in frigorifero per tutta la notte
al mattino filtrare

Per la preparazione del Tea Cocktail, bisogna aggiungere la frutta tagliata a pezzi solo dopo che è terminata l'infusione a freddo, e lasciar riposare ancora per due ore circa in frigorifero prima di servire in ampi calici o bicchieri da cocktails.

      -----------------------------------------------------


Per il secondo cocktail, invece il "Cocktail alcoolico Mohitè", è stato utilizzato il tè nero dello Sri Lanka Nuwara Eliya High Grown.
Questo "Champagne" dei tè neri di Ceylon, della varietà High Grown, cresece nella regione Nuwara Eliya ad un'altitudine di oltre 2000 metri.
L'alta quota e le basse temperature determinano una crescita molto lenta della pianta del tè, con foglie insolitamente piccole. Oltre al particolare clima, la menta selvatica, gli eucalipti e i cipressi che crescono ai lati delle piantagioni rendono unico ed aromatico questo tè nero singalese. 
Un perfetto accompagnamento per cibi salati a base di carne o durante una colazione continentale e all'inglese.

Per la preparazione al caldo si consiglia:
2-3 grammi ogni 150 ml
acqua 90-95°
3 minuti di infusione

Per la preparazione a freddo si consiglia:
2 cucchiai ogni litro di acqua
infusione a freddo in frigorifero per tutta la notte
al mattino filtrare

     -----------------------------------------------------


Per l'ultimo cocktail, il "Laguna Blu" analcoolico, il tè impiegato è, appunto il Laguna Blu.
Una miscela dal gusto delicato di pesca e lychee, composta di pregiati tè: bianco Bai Mu Tan, nero Darjeeling, verde Long Jing, mango, papaya, ananas, fragole, bucce d'arancia, ciliegia, albicocca e ribes rosso. Un tè che regala il gusto della frutta nelle sue più sensuali sfumature.
Profumatissimo, evoca paradisi tropicali fin dal primo sorso.

Per la preparazione a caldo si consiglia:
3 grammi ogni 150 ml
acqua a 90°
5 minuti di infusione

Per la preparazione a freddo:
lasciare in infusione circa 18 grammi di tè in un litro di acqua fredda; riporre in frigorifero per almeno 6 ore.
Successivamente filtrare.








Cocktail Macedonia al Whisky e Tè 

Ingredienti per un bicchiere da cocktail alto:

Frutta a volontà, quella che volete...io ho utilizzato mezzo kiwi, mezza pesca, mezza albicocca, una fetta di papaya, qualche rondella di banana e alcune fragole
200 ml di Rooibos Garden Route precedentemente preparato col metodo a freddo, come sopra descritto
Due cucchiaini di zucchero di canna
Un goccio di Whisky
Ghiaccio a volontà
Mezzo limone

Comporre il cocktail come segue: affettare e fare a pezzettoni la frutta ben pulita in una ciotolina, condirla con lo zucchero di canna e mescolare bene spruzzandola con qualche goccia di limone per non annerirla. 
Dopo un paio di minuti comporre il bicchiere, alternando pezzi di frutta a cubetti di ghiaccio; versare il Rooibos fino a tre quarti della capienza del bicchiere e poi versarci un goccio di whisky.
Servire immediatamente!
P.s: se lo preferite maggiormente alcoolico, aumentate la dose di Whisky a vostro gusto








Cocktail Mohitè

Ingredienti per un bicchiere da cocktail alto:
un lime
un paio di rametti di menta fresca
200 ml tè nero Nuwara Eliya High Grown preparato col metodo a freddo sopra descritto
cubetti di ghiaccio a piacere
2 cucchiaini di zucchero di canna
un goccio di Rum bianco

Preparazione:
Lavare il lime e farlo a spicchi non troppo sottili.
In un mortaio pestare le foglie di un rametto di menta ben pulite con lo zucchero di canna e versare sul fondo del bicchiere; aggiungere le fettine di lime alternate ai cubetti di ghiaccio e all'altro rametto di menta, facendolo un pò sbordare dal bicchiere.
Aggiungere il tè freddo sino a tre quarti della capienza del bicchiere e poi versarci il Rum.
Servire immediatamente.
Se si volesse rendere il cocktail ancora più alcoolico, aumentare la dose di Rum a vostro piacimento!









Cocktail Laguna Blu 

Ingredienti per un bicchiere basso
5-6 fettine di mango e papaia, una fetta di ananas, due albicocche
Zucchero di canna q.b
250 ml tè Laguna Blu preparato col metodo a freddo sopra descritto
Cubetti di ghiaccio a volontà

Preparazione:
La sera prima o la mattina (circa 6 ore prima di servire il cocktail) preparare circa mezzo litro di tè Laguna Blu con il procedimento a freddo come da spiegazione di Gabriella. Mettere in frigo e lasciar raffreddare ben bene. Trascorse le sei ore, aggiungere al tè due cucchiai di zucchero di canna, l'ananas e l'albicocca a pezzettoni, insieme alle fettine di mango e papaya. Lasciar riposare sempre in frigo per altre due ore circa in una brocca, poi filtrare.
Al momento di comporre il cocktail, preparare il bicchiere in questo modo: alternare qualche cubetto di ghiaccio alle fettine di papaya e mango, a qualche pezzetto di ananas e di albicocca, un pizzico di zucchero di canna e versare il tè freddo, finendo con qualche cubetto di ghiaccio.
Servire immediatamente!
Golosissimo e intensamente fruttato, un mangia e bevi che possono tranquillamente gustare anche i bambini o le persone astemie.



Che ne dite?! 
Abbiamo solleticato la vostra fantasia?!
Ora non ci resta che sperare nel bel tempo per poter pregustare questi dissetanti, accattivanti e freschissime bevande!

Io e Gabriella vi salutiamo augurandovi delle serene e riposanti vacanze, ovunque voi andiate.
Noi ci ritroveremo ad Agosto con la nostra rubrica sempre da voi tanto apprezzata(grazie di cuore!)con altre nuove idee per gustare al meglio questa favolosa bevanda dalle mille risorse, ovvero il tè!

Buona giornata, alla prossima!