giovedì 15 dicembre 2011

Gnocchetti di ricotta alla panna, pinoli e pistacchio di Bronte


Apparecchiatura per la tavola Villa D'Este Home





Se c'è una cosa che non mi piace fare è guidare.........
Guidare mi mette sempre ansia, soprattutto se non conosco bene le strade e il luogo dove devo arrivare.
Sono fondamentalmente una camminatrice...coi miei piedi andrei in capo al mondo.
Inoltre non mi piace mettermi in macchina quando pioviggina...il ripetersi del movimento regolare del tergicristallo, la foschia e l'umido che pervade tutto l'abitacolo non fanno altro che peggiorare questo stato di insofferenza.

Ieri mattina mi sono messa alla guida con queste condizioni climatiche...non ne avevo la minima voglia, ma le commissioni erano troppo urgenti per essere spostate in un'altra giornata.
Quando sono scesa dalla macchina dopo aver finito l'estenuante giro durato più di un paio d'ore, fra tappe e parcheggi inverosimili nel marasma della pioggia, finalmente ho messo piede in casa...ero spossata, quasi stravolta. A pieno titolo l'inverno è arrivato!

E' bastato togliermi le scarpe...infilare una calda tuta morbida e un pò sformata...sedermi due minuti e farmi un buon the caldo...che ho iniziato a riprendermi un pò.
Entrare in cucina, alzare le tende per far entrare un pò di luce, mettermi a trafficare riesce sempre a mettermi di buonumore; quale migliore terapia se non mettere le mani in pasta...quasi nel vero senso della parola...?!

Mi sono messa ad impastare questi gnocchetti.
.....morbidi, delicati, mi hanno quasi fatto dimenticare il delirio nelle strade di qualche ora prima, regalandomi un attimo di puro piacere e quasi di benessere.





Utilizzo da anni questa ricetta con queste dosi, (da quando frequentavo assiduamente il forum di Cookaround) della bravissima Daniela 59...Dani, ormai le conosco quasi a memoria e questa ricetta non la lascerò mai più!!

Ingredienti:
( queste dosi sono per 4 persone, adattatele al vostro fabbisogno )
500 gr ricotta per me freschissima la Deliziosa del Caseificio Spadi Enzo
un pizzico di sale
una grattugiata di noce moscata per me Mondospezie
180 gr farina bianca per me Antigrumi del Molino Chiavazza
Parmigiano reggiano grattugiato a piacere, io ne metto tanto per dare la giusta consistenza all'impasto.
Una manciata di pinoli
qualche cucchiaiata di pistacchi di Bronte tritati finissimamente
burro un pezzettino

Preparazione:
In una ciotola mettere tutti gli ingredienti ed impastare con le mani...aggiungere del parmigiano grattugiato qualora la massa risultasse un pò troppo molle, deve avere una consistenza morbida ed appena elastica.
Fare una palla e lasciarla riposare un quarto d'ora in frigo avvolta nella pellicola alimentare.
Dopodichè fare dei piccoli serpentelli di pasta e tagliarli in modo da formare dei piccoli gnocchetti, che volendo potete anche rigare con la forchetta o con l'apposito attrezzino (io li ho lasciati irregolari così...).
Preparare il condimento...

Io ho utilizzato circa 150 ml panna freschissima da cucina, che ho scaldato con un micro pezzettino di burro in una padella antiaderente ed ho legato con qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato.
Nel frattempo ho messo a bollire una pentola con acqua e sale, ci ho buttato i gnocchi e li ho scolati nel momento in cui sono venuti a galla...li ho messi nella padella con la panna e li ho fatti saltare un attimo aggiungendo i pinoli.





Ho impiattato e spolverato con abbondante granella di pistacchi di Bronte tritati.

Un piatto cremoso e delicato, dal colore sfavillante e allegro, davvero illuminante per una giornata che sembrava iniziata all'insegna della pioggia e del grigiore....


Con questa ricetta mi piacerebbe partecipare al contest di Sonia di Oggi pane e salame, domani....in collaborazione con Illa e Pastilla  ...Di che pasta sei?








Vi consiglio di provare questi gnocchi.
Conditi come i miei o anche al sugo, col ragù, con il pesto...ve ne innamorerete.
Sono delicati, morbidi, veloci da fare e non vi tradiscono mai...io a volte con quelli di patate ho problemi di sfaldatura e conseguente spatasciamento durante la cottura...

Provate e ditemi.
Io devo, da parte mia, dire grazie a Daniela che mi ha fatto conoscere la sua ricetta ben dosata ed equilibrata.

Buona giornata e buon giovedì...
...ma vi siete accorti di come volano i giorni e di come il Natale si sta avvicinando a grandi passi???
La prossima settimana sarà dedicata alle ultime preparazioni home made...anche perchè sono un pò indietruccio...ehm...
Alla prossima

39 commenti:

  1. Lasciamo perdere la guida, a me vengono anche i colpi di sanno se il tragitto è lungo! Un incubo!!! meglio pensare ai tuoi slurposissimi gnocchetti, mi hai messo fame anche a quest'ora!!! Un bacione

    P.S. ma che carino l'header natalizio

    RispondiElimina
  2. anch'io odio guidare proprio cmoe te...datemi una bici o i miei piedi!! e i tuoi gnocchetti sono proprio un comfort food!

    RispondiElimina
  3. ...pensa che qui a Lux ci si aspetta una gran nevicata...Help!...meno male che ci sono le tue bontà...! Adoro il gusto dei pistacchi di Bronte. XXX

    RispondiElimina
  4. deliziosi!!! gli gnocchi con la ricotta sono irresistibili! ;(

    RispondiElimina
  5. Tesoro qui fa ancora caldissimo abbiamo dovuto togliere i piumoni ed invece io aspetto l'invernoooo, pensa che siamo pieni di zanzare!!!!La pasta è davvero spettaoclare!!!baci,Imma

    RispondiElimina
  6. siiii conosco bene quella ricetta, li faccio spesso anche io quando non ho voglia di mettermi a trafficare con le patate. Sono buonissimi ma certo conditi cosi' con i pistacchi devono essere proprio deliziosi.

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia...bravissima, per preparazione e foto...ciao.

    RispondiElimina
  8. io non guido proprio per questo e viaggio alla grande con le mie gambine :D devo provare questa tua versione di gnocchi che trovo molto più morbida della classica ricetta!buona giornata cara :-)

    RispondiElimina
  9. Sono buonissimi! Li faccio un pò più morbidi e li formo con un cucchiaino.
    Le foto sono bellissime!
    Bacione

    RispondiElimina
  10. che piatto stupendo, le foto poi sono uno spettacolo, vravissima.

    RispondiElimina
  11. Una bella idea per i gnocchi di ricotta
    brava ciao

    RispondiElimina
  12. Tesoro mi mi sembrava di essere nella tua cucina a sorseggiare il tè e chiacchierare mentre insieme preparavamo i tuoi deliziosi gnocchi.
    Comunque, dai, dopo Natale, cerchiamo di trovare un attimo per incontrarci. ^_^
    Un bacione grande

    RispondiElimina
  13. Hai ragionissima quando piove le strade cittadine sono un vero delirio, però questi gustosissimi gnocchetti ci fanno are pace con il mondo!
    Baci
    Alice

    RispondiElimina
  14. ANCH'IO LI FACCIO MA CON RICOTTA E BASILICO, PROVERO' CON I PINOLI, L'ASPETTO è VERAMENTE INVITANTE

    RispondiElimina
  15. Uh non dirmelo che ora esco e tonro a mezzanotte... e che cacchio....
    Vabbè, gnocchi splendidi, morbidi e delicati, un coccola davvero! Baci

    RispondiElimina
  16. Come ti capisco!!! Anch'io detesto guidare. Infatti non prendo la macchina da almeno dieci anni :-D Ma veniamo a questi gnocchetti: devo dire che la prima cosa che mi ha colpito è l'aria delicata che ha questo piatto... Anche l'armonia dei colori delle foto è da sottolineare con un bel BRAVA!!! :-)

    RispondiElimina
  17. Io non guido.. :-(.... Ottimi i tuoi gnocchetti... devo provare con la ricotta.. smack :-D

    RispondiElimina
  18. ottimi!!! morbidosi e delicati!! una leccornia!
    Giuli

    RispondiElimina
  19. Grazie a tutte amiche mie...vedo che non sono la sola che odia guidare...sarebbe da dire a mio marito...si lamenta sempre che sono una lumacona fifona alla guida!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. complimenti per la ricetta
    ciao cris

    RispondiElimina
  21. anche tu problemi di spatasciameto??? figurati io!!! questi li provo simo. e i tuoi ghiaccioli sono troppo belli, mi vien voglia nonostante le mani surgelate...
    un bacio

    RispondiElimina
  22. che meraviglia Simo!questi gnocchi sono fantastici , devo provare, non li ho mai fatti! ti abbraccio , e visto che siamo quasi a Natale, (oddio devo fare un sacco di cose!!!!!!), tanti auguri
    ciao Reby

    RispondiElimina
  23. Sì li ho fatti tante volte anche io da quando avevi postato la ricetta e vengono sempre buonissimi e così mi sa che lo sono ancora di più!!!
    Un bacione
    Anto:o)

    RispondiElimina
  24. Ma che bella questa ricetta!!! Devo fare questi gnocchi per i miei bimbi!!!!

    RispondiElimina
  25. Ciao simo questi gnocchetti così bianchi sono davvero deliziosi... e con questa cremina e questi gusti saranno senz'altro squisiti!!!

    Ti aspetto per il mio contest non mancare!
    http://ilcucchiaiodoro.blog.tiscali.it/2011/11/12/onetwothree/

    Donatella

    RispondiElimina
  26. Avevo una ricetta di gnocchi di ricotta che ho perso, ora mi sono subito copiata la tua!
    Io guido lo stretto indispensabile, ma appena posso mollo la macchina in favore della bici o delle gambe.
    Non si inquina
    ci si mantiene in esercizio
    non si spendono soldi per la benzina
    non si hanno problemni di parcheggio!
    Cosa chiedere di più?
    :))))

    RispondiElimina
  27. Come te a piedi andrei ovunque!
    Considerando che dopo viene anche tanta fame questi gnocchetti sarebbero perfetti ;) inserisco, grazie Simo li proverò!
    'notte notte
    Sonia

    RispondiElimina
  28. Quella sensazione di 'tolgo le scarpe-infilo la tuta' è stupenda. Si riproducesse alle 19.00 e non alle 23.00... sarei una donna diversa e con il viso disteso.. come dopo aver mangiato questi gnocchi, che più che stuzzicanti sembrano 'indispensabili'.

    RispondiElimina
  29. Bel modo per rilassarsi dopo due ore nel traffico Simo! E poi è vero, il color mette allegria! Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  30. Incredibile: siamo uguali anche in questo, quando siamo stressate facciamo gli gnocchi di ricotta!!!

    RispondiElimina
  31. Simo io odio talmente tanto guidare che ho rinunciato a farlo, questi gnocchi sono strepitosi li proverò di certo anche perchè con la ricotta non li ho mai fatti felice weekend luisa
    p.s. ho ricevuto il biglietto grazie mille!

    RispondiElimina
  32. simo tesoro, no, non era arrivato l'altro commento!! sono qua per ringraziarti, mi fa tanto piacere quando mi vieni a trovare... tutta presa anche tu in questi giorni? io non ne posso più... un bacio

    RispondiElimina
  33. Che delicata tentazione, devono essere buonissimi!!!
    Baci

    RispondiElimina
  34. Questo piatto è proprio quello che ci vuole per coccolarsi a dovere dopo una giornata stressante!!! Il pistacchio deve starci benissimo!!! Non puoi capire Simo quanto ti capisco...Io ho sempre lavorato dall' altra parte della città (Roma) ed impiego tutti i giorno almeno un' ora per andare e una per tornare...per non parlare poi di questi giorni che precedono il Natale e la città sembra impazzita!!! Però come te, basta che arrivo a casa e mi metto a trafficare in cucina e tutta la stanchezza passa!!! Una buona terapia no? Un bacio carissima e buon fine settimana!!
    P.S. Mi chiedevi se nel pane sfogliato si sentisse tanto il pepe! No, tranquilla si sente appena!!!

    RispondiElimina
  35. Passo per avvertirti, che la Community di Cucina Italiana ha prodotto un Calendario 2012 in pdf ed un relativo librino pdf legati all'iniziativa di raccolta fondi di Patrizia per i bambini di Rocchetta di Vara alluvionati il 25 ottobre. Sono pronti. Puoi aiutarci a fare il passaparola scrivendo un post e parlandone ai tuoi amici non bloggers?
    Tutti i particolari sono sul mio blog nel post:
    La Community di Cucina Italiana per Rocchetta di Vara

    RispondiElimina
  36. E vabbè, se la metti sugli gnocchi (che ho cucinato proprio oggi in versione "palude") allora sai che faccio? Ti seguo.

    RispondiElimina

Lascia un pensiero..