sabato 26 gennaio 2013

Liquore al kumquat (o mandarino cinese)





Il post di oggi è dedicato ad una delle mie grandi passioni...preparare liquorini, non tanto da degustare (sono quasi astemia!) ma da regalare!
Trovo che regalare qualcosa preparato con le mie mani sia davvero bello e gratificante....in barba a quella persona che mi ha lanciato tempo fa delle strane battute, del tipo che fare questo genere di regali è una sorta di ostentazione delle propria presunta bravura...lascio a voi il giudizio, credo che una persona che dica questa cose è semplicemente una persona ignorante, o forse anche molto invidiosa?!
Boh, capire la gente per me è diventato sempre più difficile!
Chiudiamo la parentesi, và....e torniamo ai liquorini...

Già prima di Natale mi ero lanciata con il , e non è finita...(a breve il mio prossimo post sull'argomento, in collaborazione con Gabriella!)
Poi qua vi avevo presentato il mio famosissimo arancino...famosissimo perchè tutti quelli che l'hanno assaggiato l'hanno adorato...
Qua il liquore alla genziana...qua ancora il simil Bayles per la festa dei papà...
...e per finire forse la ricetta più cliccata nel mio blog, che poi è quella della grande Brigida, del liquore cremoso al caffè...
beh, se cliccate poi sull'etichetta "Pasticci da bere" ne troverete altri alla menta, all'anice, etc...

Non mi pareva vero di aver visto i kumquat al supermercato qualche settimana fa...da quanto li cercavo!
Volevo sperimentare qualche pasticcio dei miei, questo piccolo frutto molto strano e aromaticissimo mi ha sempre incuriosito tanto.
Ho un ricordo molto vago da piccola...che una zia aveva una bellissima pianta ornamentale, quasi un alberello, che produceva questi piccoli tesori...ricordo una volta di averne azzannato uno con foga, incuriosita, pensando di doverlo masticare o chissàche e...argh...un succo piuttosto aspro e pungente mi ha invaso la bocca, facendomi correre a sciacquarla immediatamente...avrò avuto tre anni e ancora ho questo ricordo, ahahah!!!

Il kumquat in realtà non è un agrume...per essere classificato come tale, anche se a tutti gli effetti può sembrarlo, deve avere 8-15 spicchi...il piccolo kumquat in realtà ne ha solo 3-6.
Il suo gusto è molto pungente ed aspro, se ne mangia anche la buccia e viene utilizzato per la preparazione di numerosi piatti, dolci e salati.

Girando sul web, tante sono state le versioni di ricette, liquorini e quant'altro che ho trovato...ma come sempre mi sono voluta affidare all'esperienza della mitica Brigida, assolutamente maestra in questo campo!!
Qualche piccola variante (come al solito ci sta...) ed ecco un liquorino davvero molto particolare...quell'ometto "sofistico" di mio marito  deve ancora capire se gli piace o no....per questo però so già che c'è mio cognato che apprezza e gradisce tutte queste mie cosucce, vero Andrea?!
Una bottiglietta è sicuramente per te...








Ingredienti:
250 gr di kumquat
350 gr zucchero
500 gr acqua
400 gr alcool a 90° per liquori

Preparazione:
Lavare molto bene i Kumquat, asciugarli e bucherellarli ad uno ad uno in più punti coi rebbi di una forchetta.
Metterli in un vaso ermetico coperti di alcool e lasciarli al sole o comunque alla luce diretta (io proprio sul davanzale della finestra!) per 15 gg.
Trascorso questo tempo, fare lo sciroppo: mettere l'acqua sul fuoco in una casseruola aggiungendo lo zucchero e portare quasi ad ebollizione; quando lo zucchero si è sciolto completamente, spegnere la fiamma e lasciar raffreddare per bene.
Togliere i kumquat dall'alcool, filtrando poi l'infusione ottenuta con una pezzuola finissima di tessuto, in modo da trattenere le eventuali impurità...aggiungere lo sciroppo di zucchero freddissimo (io l'ho messo sul balcone e si è raffreddato in un battibaleno! Con 'ste temperature polari...) e miscelare bene...
Aspettare ancora una quindicina di giorni ( Brii dice anche un mesetto....), prima di consumare e poi...voilà!
Eccovi un perfetto liquorino davvero molto aromatico, digestivo e dal colore molto particolare, un giallo paglierino davvero delicato!

Che ne dite?...non vi pare una bella idea regalo?! Che poi si prepara quasi da sè...

Ora vi lascio, vado a fare l'aerosol...dovete sapere che ieri ho voluto fare un pò l'eroina, nel senso che son dovuta uscire di casa, si erano accumulate un pò di cose da fare, e.....ieri pomeriggio la febbre è ritornata!!!!!
ODIO l'inverno e questa influenza!
(scusate lo sfogo....)
Un abbraccio, buon fine settimana, alla prossima






32 commenti:

  1. Non amo molto i liquori.. ma quando Ric fece questo con i nostri kumquat.. mi piacque tantissimo!!!! Brava anche tu!!! baci e buon sabato .-)

    RispondiElimina
  2. Assaggio liquore in occasioni rarissime, ma nei dolci ...oh, se mi piacciono!!!Il profumo di questa tua preparazione deve essere delizioso!
    Per i commenti acidi...lascia dire..scrolla le spalle e vai per la tua strada, le malelingue si stancano presto! Baci:) !

    RispondiElimina
  3. Chi pensa che un dono fatto con le proprie mani sia 'presuntuoso'.. non ha capito cosa vuol dire amare e soprattutto, oltre che ignorante o invidioso, non lo merita affatto! Io trovo che creare doni per altre persone sia un grandissimo gesto d'affetto.. un po' come cercare dispiegare con un gesto quello che a parole non si riesce a dire; dedicare il proprio tempo 'all'altro', a qualcosa che può renderlo felice. Allora chi cucina tutti i giorni per i propri cari è presuntuoso? Perfetto, smettiamo di far trovare pronta la cena e poi vediamo come la pensa la gente...! :D Questi kumquat li ho visti giusto la scorsa settimana ed ero tentata di prenderli, ma poi ho desistito: adesso non me li lascio scappare!! Un abbraccio tesoro, complimenti e buon fine settimana!! <3

    RispondiElimina
  4. Ciao Simo, anche io sono quasi astemia, però sono sicura che questo liquorino piacerebbe molto agli altri componenti della famiglia!!!
    Bravissima!!!!
    Bacioni e buon week end :))

    RispondiElimina
  5. Ciao Simo :) Ma lo sai che non ho mai fatto un liquorino? Questo deve essere squisito, che bella idea con i kumquat... mia suocera me ne regala tantissimi... segno la ricetta! ;) Un abbraccio grande e buon weekend, complimenti :**

    RispondiElimina
  6. Sei bravissima Simo! poter fare liquori in casa non ha prezzo! beato chi lo riceve in dono, altro che! Io, poi, adoro il kumquat quindi solo complimenti alla cuoca :-)

    RispondiElimina
  7. Bene bene! Allora regalali a me!! Ommamma così però sembro alcolizzata :P No però dai un assaggino di questo liquore me lo farei, dev'essere buonissimo :)
    Buon fine settimana cara! :*

    RispondiElimina
  8. Se solo abitassimo vicine,sarei felice di darti quei fruttini,che per me sono solo ornamentali!So bene che fanno benissimo e mia madre per questo li ingoia interi,mentre la guardo orripilata!Ora so come usarli e l'idea di farne un liquorino da gustare o da regalare mi sembra allettante!Un bacione cara Simo!
    p.s quel commento "idiota"me lo son perso!

    RispondiElimina
  9. Io per Natale faccio sempre dei ragalini fatti con le mie mani...non trovo affatto sia un'ostentazione di bravura ma semplicemnete dei pensieri speciali fatti a persone a cui voglio bene!
    Adoro i kumquat, i miei genitori hanno una pianta e mi piace mangiarli interi, così , colti direttamente dall'albero:)
    E adoro fare i liquori (che poi io neanche assaggio...), ma con questo frutto non l'ho mai fatto e quindi mi salvo la tua ricetta Simo!
    Un bacione cara e buon weekend!

    RispondiElimina
  10. ho la possibilità di avere i kumquat, sicuramente "ruberò" la tua ricetta, sempre che ne abbia il permesso, passa da me e conferma.

    RispondiElimina
  11. Anche io ho trovato dei kumquat, ma li ho sciroppati, la prossima volta provo il liquorino che sarà sicuramente fantastico :)

    RispondiElimina
  12. Cara Simo, ero passata dalle tue parti per capire se stavi meglio...e invece :-( ...maledetta influenza! Io che NON sono affatto astemia :-) apprezzerei tantissimo un regalo così, preparato con amore da mani esperte, sì esperte, cosa c'è di male? I miei genitori avevano un alberello di kumquat, ora non più, li mangiavo anche con la buccia, hanno ottime proprietà digestive, ma al supermercato non li ho mai trovati! Se mi capitasse di trovarli, li comprerei subito!! Baci, carissima, e riguardati!!! Baci <3

    RispondiElimina
  13. Cucciola anch`io sono astemia ma amo preparare dei liquorini da regalare e offrire ai miei ospiti e di questo sento il profumino fin da qui!! Bacioni grandi, Imma

    RispondiElimina
  14. Simo sai che se tuo marito non lo vuoi lo puoi regalare a me sai che sono alcolica :-)))) Splendido anche questo!!! Baci

    RispondiElimina
  15. Simo, io apprezzo molto i regali "home made", sanno di buono e chi li regala lo fa sicuramente col cuore, non volendo ostentare nulla!!!! Anch'io sono astemia ma questo liquore mi attira molto, da regalare, appunto!!!!!
    Mi raccomando curati !!!! Bacioni ^.^

    RispondiElimina
  16. Ciao Simo:* io sinceramente credo che fare un regalo realizzato con le proprie mani sia un dono speciale, che ha addirittura ha un valore aggiunto: scegliere gli ingredienti, metterli insieme e impiegare del tempo per la preparazione, sono piccole cose preziose... lascia da parte le critiche sterili... questo liquore è una meraviglia! io purtroppo sono proprio astemia e non assaggiando alcol ho difficoltà in questo tipo di preparazioni ammiro le vostre però, complimenti!.. un abbraccio e buon fine settimana:*

    RispondiElimina
  17. Adoro i liquorini e questo m'ispira un sacco!!
    Stai al caldo tesoro e riposati! Un bacio

    RispondiElimina
  18. Grazie a tutte ragazze...
    Simonetta per me puoi rubare pure, io stessa ho preso questa ricetta da un'altra persona, basta che metti i crediti va bene.

    RispondiElimina
  19. Purtroppo sono astemia ma come te, piace farli per regalarli!!
    Ottima questa versione con i mandarinetti cinesi!!
    Un bacione e buona domenica
    Carmen

    RispondiElimina
  20. ma devi stare attenta alle ricadute, mannaggia! quei fruttini incuriosiscono anche me , la pianta è deliziosa. Mai assaggiati , quindi non riesco ad immaginare un liquore fatto con questi piccoletti, ma se lo hai fatto tu sicuramente è buono , alla faccia di chi fa certi commenti......ti abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  21. Mi piace il tuo liquore. La liquoreria casalinga. Mio padre preparava il nocino e il rosolio.

    RispondiElimina
  22. I liquori home made sono deliziosi e molto apprezzati come regalo :D

    RispondiElimina
  23. Appena trovo i Kumquat provo a realizzare il liquore con la tua ricetta..
    Pensa che un amico ne metteva uno nella scatola del tabacco per aromatizzarlo!!!
    Un bacione e spero che da domani vada un po' meglio!!

    RispondiElimina
  24. mi vergogno x chi ti ha fatto un commento del genere! questo liquore è davvero originale e di sicuro sa davvero di frutta!

    RispondiElimina
  25. invidiosissime, certo...perchè a me non verrebbe mai in mente, anzi...apprezzerei davvero tanto che qualcuno mi regalasse un pò del suo tempo per qulacosa dove è veramente bravo e dà il meglio di sè...è una bella idea, invece e la farò mia l'anno prossimo...mi voglio dare ai liquori! ahaha, no non io...per gli altri :)))

    RispondiElimina
  26. Idea grandiosa! Sui regali handmade sai benissimo come la penso e chi non li apprezza...mi sa che non li merita!
    Mariagrazia

    RispondiElimina
  27. ciao SIMO BELLISSIMA ricetta e provero' a farla...io ne avevo una un po' diversa ma la tua mi piace molto... un abbraccio !!!!!

    RispondiElimina
  28. ogni anno per i regali di natale scelgo un tema e questo liquore diventerà sicuramente quello (per i signori) del prossimo anno! ricetta salvata! tra 11 mesi linkero' questo articolo ;-)

    RispondiElimina
  29. Simo, mi spiace sapere che tu non stia bene. E che ti senti poco 'curata' dai tuoi.. forse? A chi lo dici, ma in questo caso la cosa è inversa, io per fortuna sto bene, il Pollo no, ma mi sembra di essere una cameriera a tempo pieno. Troppi vizzi? Ma è la mia natura.. cosa dobbiamo fare??

    E poi sui regali fatti home made... ma da chi è arrivata quell'opinione così cretina? Mi piacerebbe davvero saperlo.

    Sui mandarini cinesi: ok, ammetto, non so come siano fatti :)

    Bacissimi
    Mari

    RispondiElimina
  30. Ha un colore così delicato che anche io che di solito non bevo liquori avrei voglia di assaggiarlo! :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  31. che bel blog... complimenti per le ricettine, se ti fa piacere passa da me!

    RispondiElimina
  32. Certo che alcune persone sanno essere davvero velenose.
    Io mi complimento con te per questa pratica di cui ignoro anche i più elementari principi. Non saprei proprio da dove partire :o)
    Nemmeno io bevo, ma sono certa che è un regalo che molti sarebbero felici di ricevere.
    Un bacione grande.

    RispondiElimina

Lascia un pensiero..